Skip to content

Eraclito (fr.22b18 Diels-Kranz)

maggio 28, 2010

Chi non spera l’insperabile non lo scoprirà, poiché è chiuso alla ricerca, e a esso non porta nessuna strada.

[trad. di Giorgio Colli]

[dedicata ai sognatori e ai filosofi. la mia professoressa di filosofia mi fece odiare tutti i filosofi greci, ma su Eraclito la spuntai: una questione d’accento, diciamo. mi piacerebbe leggere qualche vostra interpretazione sul frammento, cosa vi dice, ammesso che vi dica qualcosa, eh. qui qualche notizia su Eraclito.]

Annunci
9 commenti leave one →
  1. scrip permalink
    maggio 28, 2010 8:48 pm

    Eraclito era un figo. E farti odiare tutti i filosofi greci è stato un crimine. Capisco Parmenide, che lo odiano più o meno tutti; capisco anche l’antipatia verso la metafisica di Aristotele; e se vuoi ti concedo pure qualcosa su Socrate, che un po’ rompiballe lo era… però Anassimandro, appunto Eraclito, Platone, gli stoici, Epicuro: tutti mostri sacri.

  2. Ele permalink
    maggio 28, 2010 9:29 pm

    ecco, la filosofia antica è in assoluto la mia preferita. Forse per la semplicità dei concetti, o forse perchè quando l’ho studiata la mia professoressa non era ancora del tutto esaurita come negli anni successivi.
    Sicuramente Eraclito era uno dei migliori, a mio parere. Tutto scorre, panta rei. Davvero bellissimo. Se trovi qualcosa di interessante anche su Platone sai di avere la mia più completa ammirazione! 🙂

    • tardoromantico permalink*
      maggio 28, 2010 9:36 pm

      sì, vale anche per me. o meglio: scolasticamente parlando io salterei la filosofia che si fa in secondo liceo e da san tommaso passerei direttamente a kant e poi di filato fino a tutto il novecento.
      ma probabilmente non capirei una ceppa.

  3. Teras permalink
    maggio 29, 2010 7:45 am

    Eraclito…che dire…tutto scorre, ma il suo pensiero lo ritroviamo nei maggiori pensatori di ogni epoca: non passa mai insomma; anche se molti hanno tentato di mettere tra parentesi il divenire, esso rimane pur sempre un “fiume in piena” che nessun argine potrà mai contenere: è storia.

    Tornando alla citazione, ancora una volta emerge un altro lato di eraclito: l’oscurità dei suoi discorsi; un misto di filosofia e poesia oserei dire. E se a dirla con Platone, “una vita senza esame non è degna di essere vissuta”, risulta chiaro che ogni esame, ogni ricerca (di sè e di ciò che ci circonda e trascende) non sarebbe possibile senza la speranza, senza la speranza di una qualche risposta (per quanto momentanea, visto il divenire) per la quale, il piccolo filosofo che si trova in ognuno di noi, vaga nei meandri dell’anima, nonostante l’ammonimento stesso di eraclito che ci comunica anche che…

    “I confini dell’anima tu non li potrai mai trovare per quanto tu percorra le sue vie. Così profonda è la sua ragione.” (fr. 22 B 45 Diels – Kranz)

    Togliendoci in qualche modo la speranza dell’insperabile =)

  4. maggio 31, 2010 9:26 am

    Ho pudore a commentare Eraclito (ti consiglio i bellissimi commenti di Luciano Parinetto), ma questo frammento è di una chiarezza e logicità senza doppiezze, mi pare, cristallino e luminoso nella sua lampante verità, tanto che lo si può spaparanzare in un sillogismo verissimo:

    A) Il possibile è più dell’immaginabile – e dell’auspicabile – tanto che, per esempio, la meraviglia stessa del meraviglioso è sinonimo di inatteso;
    B) la normale immaginazione del reale conduce alla norma mediocre che si perpetua, l’inconsueto può venirti a scovare nelle tue abitudini, ma non sarai tu a farlo, soprattutto finché avrai occhi consueti, incapaci di vedere il seme della pianta dei fagioli magici anche se apparisse e di lasciarla crescere, tagliando l’erba con cadenza regolare e senza degnarla di attenzione…
    C) Solo chi punta verso quanto non è già previsto e cerca di costruire nuove strade per andarci, può trovare soluzioni altrimenti insperate.

    Un esempio concreto: tutti a citare Churchill con la sua massima per cui la democrazia è una schifezza, ma è la migliore di tutte le forme di governo scoperte finora; ebbene, solo chi cerca di capire se ce ne possono essere di molto migliori finora ignote può forse scoprirne, mentre tutti quelli che si compiacciono della propria arguzia nel riportare la citazione, son destinati a provar altrettanta eccitazione, almeno in quel campo, ma tendenzialmente in tutti, perché chi è abitudinario sul lavoro, tende a esserlo anche nella vita privata, così come lo spregiudicato etc.

    • dicembre 18, 2010 7:23 pm

      mettendo in ordine la libreria ho scovato l’edizione di Parinetto! tra l’altro la casa editrice è “stampa alternativa”, della serie “quando mio padre era un giovane professore di latino e greco che militava nel partito d’unità proletaria”.

  5. giugno 3, 2010 10:10 am

    Ma tu che ne pensi?

    • tardoromantico permalink*
      giugno 3, 2010 10:37 am

      il “tu” sono io o è Teras?

      io ho riportato il frammento per due motivi principali:
      1-dare significato alla curiosità, al desiderio, alla passione per la conoscenza e per la vita
      2-ritrovare – per non dimenticare mai – le motivazioni per le quali faccio quel faccio e sono quel che sono (o provo ad essere)

      personalmente, penso che il fattore decisivo sia proprio quello della curiosità, magari insaziabile; “sperare l’insperabile”, per me, significa farsi delle domande nuove e cercare delle risposte perché è già bello cercarle (e non necessariamente trovarle).

  6. dicembre 20, 2010 7:41 am

    Mah che strano. Vedo oggi le risposte. Comunque mi rivolgevo a te, Teras non so chi sia.
    Certo che solo chi è aperto al di fuori dei propri schemi può vivere oltre la routine e, in questo senso, la curiosità è sinonimo di vita, almeno di quella che cresce.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: