Skip to content

Euripide, Troiane v.1051

agosto 4, 2011

Oὐκ ἔστ’ἐραστὴς ὄστις οὐκ ἀεὶ φιλεῖ.

Non è amante, chi non ama sempre.

Hecuba

Sulla spiaggia di Ilio, donne troiane attendono che il messo acheo comunichi loro quale destino le attenda. Tra queste, c’è la regina Ecuba, spogliata dei segni esteriori del suo potere ma rivestita ancora del carisma regale che le è proprio. È lei a rivolgere questa frase a Menelao, temendo che non punisca a dovere la sua sposa infedele, Elena: la donna ritenuta colpevole della rovina di Troia e della morte di molti uomini valorosi.

È confortante leggere questo verso. Oggi che amore è termine abusato, questo scavo letterario è un’urgenza; amare è una vocazione del cuore, che supera lo spazio di una vita e si misura in un sempre infinito. Non può dirsi amante chi non vive nell’orizzonte di una dedizione totale, senza condizioni, all’amore attraverso l’amato.

Così la regina mette alle corde il vincitore Menelao: se salperà verso la Grecia portando con sé Elena, dovrà convivere davanti agli occhi di tutti con l’oltraggio del tradimento; viceversa, dovrà rinunciare alla sposa per la quale gli eserciti si sono battuti.

Per sapere cosa risponde Menelao, procuratevi il testo o leggete qui (traduzione un po’ datata) o qui.

Ho proposto una traduzione letterale per lasciare spazio alle interpretazioni altrui, ma soprattutto per provare a mantenere la patina di austera bellezza dell’originale.

Per saperne di più su Euripide, qui.

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: