Skip to content

L’asino ascolta la lira

giugno 15, 2016

tumblr_n04qnyv3qa1rqxd5ko1_1280.jpg

 

«Il proverbio l’asino ascolta la lira è usato per gli ignoranti»: così Diogeniano (II secolo d.C.). L’espressione ha ovviamente numerose occorrenze a proposito delle quali fa il punto Erasmo nella celebre raccolta Adagia (335): «È per coloro che per ignoranza sono privi di giudizio e di orecchie grossolane». Una spiegazione più esplicita giunge qualche citazione dopo: «È per quelli che, pur senza capire nulla, tuttavia accennano con gesti e sorridono a chi parla come se capissero qualcosa. È affatto normale invero per un asino muovere le orecchie quasi facendo intendere che comprende pur senza avere udito alcunché».

A ciascuno la libertà di immaginare propri interlocutori passati o presenti.

 

(Le traduzioni del testo erasmiano sono tratte da Erasmo, Adagi, a cura di E. Lelli, Bompiani 2013. La miniatura asinus ad citharam è tratta da una bibbia francese copiata attorno al 1220 si tratta di Paris, BnF, Arsenal 4, fol. 155v).

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: